lunedì 6 novembre 2017

Il mondo deve sapere

Qui di seguito la registrazione che mi ha fatto l'amico con cui ho diviso l'appartamento a Lucca, che è riuscito a sentirmi nonostante avesse pure i tappi per le orecchie. A mia parziale difesa posso dire che oltre a russare come al solito avevo pure il naso chiuso, congestionato da una mezza influenza. Non si sente benissimo, consiglio agli interessati di mettere al massimo il volume:

4 commenti:

  1. ...se mio marito facesse quei versi notturni... beh, se lo sarebbe sposato qualcun altro! :DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho mai capito questo odio verso gli uomini che russano... Con alcune compagne ho avuto seri problemi in merito, ma mica lo faccio apposta! E se uno ha sonno dorme comunque, no? Anche a me è capitato di dormire accanto a persone che russa vano, ma dopo un po' ci si abitua.
      L'autore della registrazione ha avanzato l'ipotesi che si tratti di un vantaggio evolutivo che i nostri antenati potrebbero aver sviluppato per tenere lontane le belve feroci. Questo dopo avermi svegliato a sua volta le sere precedenti a suon di bestemmie per i rumori che cagionavo.

      Elimina
  2. Dio santissimo! Ma sei te? Mai sentito nulla di simile, neanche a militare.

    Comunque sia, pare che il vino rosso faccia miracoli per le vie respiratorie.
    Quantomeno, dopo mezza bottiglia di Matraja a testa, non c'è bisogno di tappi.

    P.S.: Ciao, Orlando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, avevo anche un po' di raffreddore.

      Elimina