domenica 5 agosto 2018

Quella volta che vinsi un concorso di Fumo di China

Da Fumo di China 117 datato aprile 2004:
Sto ancora aspettando che mi arrivi il premio.

8 commenti:

  1. Per la serie "quella volta" se ti ricordi di quando Fumo di China pubblicava le schede per votare nelle varie sezioni per l'assegnazione dei premi, saprai che per evitare i furbetti del doppio voto, bisognava allegare alla scheda una fotocopia della carta d'identità del votante. Ebbena quella volta che votai, invece della fotocopia allegai l'ORIGINALE della carta d'identità! Quando, poco tempo dopo, incontrai Toninelli alla mostra mercato di Perugia, nell'ambito della quale avveniva la premiazione (Rimini e il Cartoon Club erano ancora di là da venire), mi insultò, bonariamente, di tutti i titoli ed ancora oggi se glielo rammento mi prende in giro. Anche perché non avendogli detto che sarei andato a Perugia non mi aveva riportato il documento che recuperai poi alla Lucca primaverile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio dio, Luca, eri assai distratto! :D
      Con Fumo di China ebbi un'altra brutta esperienza, o meglio con le poste: non mi arrivò mai lo speciale bis sull'Argentina, che però mi fu spedito nuovamente.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Il bello è che la mia voleva essere una forma di protesta contro questa storia della copia del documento. Stiamo parlando di premi fumettistici non di elezioni politiche!

      Elimina
    4. Mi pare che la cosa nacque a seguito della marea di voti ricevuti da un disegnatore (forse di Nick Raider), per cui imposero l'invio della fotocopia. O chissà con cos'altro confondo quell'episodio.

      Elimina
  2. Non aspettare più, era sottinteso che hai vinto 2 libri di... Black e Mortimer. :D

    Già ieri in edicola c'erano Cleopatra e Il sangue dei codardi (se ricordo il titolo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già il mese scorso, c'erano!

      Elimina
    2. Ah! Pensavo fossero le ultime uscite.
      Tu aspetti ancora i cosacchi di Hitler e qui è stato sostituito in vetrina da roba uscita 2 mesi fa.
      Vabbé, rinuncio a capire la logica distributiva di codesti prodotti editoriali.

      Elimina